il coro e i canti

I CANTI

 

I canti eseguiti dal corpo di canto del gruppo Kellarious sono canti popolari di genere misto, sia sacro che profano, con origini in diverse parti dell’Isola, e una particolare predilezione per quelli campidanesi.

I canti sono eseguiti tutti polifonicamente (cioè a più voci) e senza accompagnamento strumentale, a parte alcune rare eccezioni o eventi particolari, come per esempio l’esecuzione dei canti in occasione della giornata preparatoria al matrimonio selargino (celebrato secondo l’antico rito), de sa cantada a is piccioccas, quando le sezioni maschili si esibiscono in strada accompagnate dall’organetto diatonico, dalla fisarmonica, dalle launeddas, dalla chitarra e da su sulittu, proprio per accentuare il clima festoso e quasi goliardico dell’evento.

Il coro ha dunque in repertorio sia brani per coro misto (maschile e femminile) che per coro solo maschile.

Le partiture provengono da un repertorio tramandato prevalentemente per tradizione orale e acquisito, nel corso di anni di analisi, studio e ricerca di documentazione attinente, in composizioni scritte dall’attuale direttrice del coro maestra Daniela Porru.

Alcune partiture presentano una parte solistica, affidata alle voci più significative presenti tra i coristi, dai gradi di basso ai soprani.

La scelta dei brani che vengono provati durante la preparazione nel periodo invernale di ogni anno, punta a valorizzare il carattere prevalentemente popolare del repertorio selezionato, a significare la semplicità e immediatezza di proposizione dei canti ad un pubblico vasto, non necessariamente particolarmente erudito, ma al cui orecchio si vuole comunque evocare, fin dalle prime note, la tradizione che gli appartiene.

Il canto popolare, inteso dal coro Kellarious come canto “della gente”, vuole inoltre essere comprensibile anche quando è portato oltre i confini insulari del proprio territorio, in occasione delle diverse manifestazioni su scala mondiale a cui il coro partecipa, se non sempre nella lingua, almeno nella musica, attraverso la scelta di brani di semplice struttura, facilmente orecchiabili, nel rispetto di quella che è la funzione del canto popolare appunto, quella funzione cioè, di raccontare la quotidianità attraverso la preghiera, lo scherzo, il corteggiamento, la sofferenza, i sentimenti umani in generale.

Unica eccezione a questa semplicità, o forse pure parte della stessa, è rappresentata da una certa “finezza” nella polifonia delle esecuzioni, volutamente mantenuta per rendere l’attività più riccamente culturale per i coristi, che attraverso questa complessa pratica, possono apprendere maggiori capacità musicali e vocali, rendendo possibile così affrontare anche una discreta attività concertistica.

 

Il coro Kellariuos si riunisce una volta alla settimana per le prove di canto. Durante il periodo autunnale di ogni anno selezioniamo le diverse richieste dei nuovi interessati al canto. Nel caso in cui la selezione si concluda con successo, garantiamo l’inserimento gratuito nel coro, comprese le lezioni di canto.